Eppur si Muove

STEAM Challenge aperta agli studenti della Scuola Secondaria di I Grado
Una sfida tecnologica dove vale (quasi) tutto!
Edizione 2022-23


Finalità e obiettivi dell’iniziativa

Eppur si muove” è una challenge aperta agli studenti della Scuola Secondaria di I Grado con la finalità di stimolare la capacità di risolvere un problema tecnologico complesso, in modo creativo e aperto alle più svariate soluzioni e di ragionare, attraverso il fare, sui temi tecnologici dell’energia e della meccanica.

Gli obiettivi didattici della sfida sono riconducibili alle “Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione” per la tecnologia. In particolare si possono riassumere nel: saper pianificare le varie fasi necessarie alla realizzazione di un oggetto e costruire oggetti con materiali facilmente reperibili sul mercato.

Con questa “sfida tecnologica” si vuole far avvicinare gli alunni e le alunne al mondo delle STEAM in modo ludico, personale e creativo.

Lancio dell’attività in classe

Prima di iniziare la progettazione dell’oggetto, i docenti presentano l’attività alla classe facendola riflettere sul movimento. Per questa prima attività di scoperta del movimento, STEAM Italia propone ai docenti la scheda in allegato A da consegnare agli alunni.


REGOLAMENTO

  1. Soggetto attuatore

La challenge “Eppur si muove” è una iniziativa di STEAMItalia.it in collaborazione con il Laboratorio DIDALab di tecnologie per la didattica del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento. 

  1. Soggetti destinatari

Alla challenge possono partecipare le classi II° e III° delle scuole secondarie di primo grado statali e paritarie presenti su tutto il territorio nazionale.
Ciascuna classe iscritta alla Challenge partecipa con uno o più team. 
Ciascun team deve essere composto da un numero massimo di tre componenti della stessa classe. 

  1. Iscrizione

L’iscrizione alla challenge è effettuata dal docente compilando il modulo presente sul sito steamitalia.it.
Il termine ultimo per le iscrizioni è il 20 dicembre 2022.
La partecipazione alla challenge ed alle attività ad esso correlate è gratuita.

  1. La challenge

La challenge consiste nel realizzare un oggetto che posizionato in un punto A raggiunga autonomamente un punto B distante 3 metri in orizzontale.
L’oggetto, nel percorrere la distanza, può rotolare, volare, rimbalzare, levitare, scivolare, strisciare, arrampicare, traslare, ecc…
La progettazione è libera, non c’è nessun vincolo sulle dimensioni, sulla forma, su come si sposta l’oggetto e sui materiali utilizzati. 

4.1 Cosa NON è consentito utilizzare

Non è consentito, pena esclusione dalla challenge, utilizzare sistemi di movimento già assemblati (es. meccanismi Lego e tipo Lego, kit di costruzione, robot, droni ecc.) ed eventuali microattuatori già programmati. 
Non è consentito l’utilizzo di fiamme libere e di sostanze che possano reagire con l’ambiente in modo aggressivo, tossico ed esplosivo.

4.2 Cosa è consentito utilizzare

Tutti i materiali e tutti i sistemi di fissaggio e tutto ciò che non è già assemblato e programmato.

4.3 Come si può muovere l’oggetto

L’oggetto deve muoversi in modo autonomo, senza essere spinto con le mani. Sono ammesse tutte le altre forme di propulsione/energia: gravitazionale, cinetica, magnetica, elastica, elettrica, meccanica, chimica ecc… .

4.4 Ruolo del docente

Durante tutte le fasi di progettazione e realizzazione del manufatto, il docente deve ricoprire il ruolo di facilitatore delle scelte progettuali degli alunni, aiutandoli a risolvere eventuali problemi tecnico-costruttivi senza orientare o modificare le idee e il lavoro degli alunni.
Il docente deve verificare che gli alunni rispettino il regolamento di gara e che l’idea progettuale non sia la riproduzione di una soluzione già esistente.

5. Modalità di partecipazione

Tra tutti i lavoro svolti dai team di ciascuna classe, il docente referente, dovrà scegliere il team che rappresenterà la classe al concorso e dovrà inviare, entro il termine del 28 di febbraio 2023 e con le modalità indicate nel sito STEAMitalia.it la seguente documentazione:

  • video da cui si evince il superamento della challenge dal progetto presentato (max 2 minuti);
  • documentazione tecnica descrittiva del progetto contenente ad esempio: diario di bordo, immagini, disegni, grafici e ogni altra informazione utile a comprenderne le caratteristiche tecnico-costruttive;
  • copia di eventuale materiale informativo utilizzato per promuovere la challenge all’interno della classe
  • video in cui il team si presenta e racconta i valori che ha messo in campo durante questa esperienza (max 2 minuti).  

6. Valutazione progetti 

La valutazione dei progetti sarà effettuata da una giuria nominata da STEAMItalia.it e che sarà resa pubblica entro il 5 di marzo 2023. 

La giuria valuterà ciascun progetto pervenuto esprimendo il voto in centesimi in base ai seguenti criteri

Originalità ed innovazionemax punti 25
Qualità costruttivamax punti 20
Documentazione tecnicamax punti 20
Comunicazione del progettomax punti 25
Valori del teammax punti 10

7. Graduatorie

La graduatoria sarà redatta in ordine decrescente di punteggio totale. 
Saranno redatte graduatorie nazionali, regionali e provinciali.
La Giuria potrà assegnare, indipendentemente dalla collocazione in graduatoria, menzioni speciali ai progetti meritevoli.

8. Premiazioni

Saranno premiati i primi tre progetti classificati per ciascuna delle graduatorie di cui all’articolo precedente.
Le premiazioni si svolgeranno tra i mesi di aprile e di maggio 2023 con conferenze ibride (in presenza e online).

9. Ricerca

Tutti i progetti inviati e le schede redatte dai docenti saranno oggetto di ricerca scientifica relativamente alle documentazione, valutazione ed approvazione delle metodologie didattiche.  I docenti che avranno attivamente dato il contributo alla ricerca saranno considerati co-autori di eventuali pubblicazioni.

10. Privacy

Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 c.d. GDPR (General Data Protection Regulation) i dati personali forniti saranno trattati da STEAMItalia.it, per le sole finalità di iscrizione e partecipazione al progetto; rispetto a tali dati gli interessati potranno esercitare i diritti previsti dagli artt. 15 e ss. del regolamento stesso, attraverso l’indirizzo: informazioni@steamitalia.it. I lavori presentati non saranno restituiti e rimarranno a disposizione del soggetto attuatore che potrà liberamente utilizzarli per la realizzazione di eventuali materiali divulgativi.

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy